Scritto da Chiara Savoca IIIB S.U. a.s. 2016/2017

alternanza aNel 2016 diventa obbligatoria l'attività di alternanza scuola - lavoro in tutti gli istituti superiori italiani, norma la quale, sebbene non molto apprezzata, perché vista come un modo per sfruttare i giovani che aprono i loro orizzonti al mondo del lavoro, favorisce e garantisce una maggiore esperienza lavorativa ad ogni ragazzo frequentante il triennio delle scuole superiori.

Il ragazzo impegnato nel progetto, svolgendo un totale di 180 ore durante il periodo scolastico o anche estivo, non soltanto avrà la possibilità di frequentare aziende e cooperative competenti, che gli offriranno una formazione più operativa

Scritto da Denise Tilaro IA S.U. a.s. 2017/2018

vigili urbani aGiorno 14 Marzo gli alunni della IA del liceo delle Scienze Umane di Enna hanno avuto un incontro con la Polizia Municipale ennese che ha riguardato  gli incidenti stradali. I vigili hanno spiegato norme e regole per la sicurezza sulle strade e, in particolare, le infrazioni che tutti, incivilmente, commettiamo: non mettere le cinture di sicurezza in auto, avanti e dietro, non avere i seggiolini per i più piccoli e il casco se si è in moto. Queste sono tutte regole che purtroppo spesso non si rispettano poiché non si dà ad esse la dovuta importanza e non si bada alle conseguenze.

Scritto da Martina Grimaldi IV A S.U. a.s. 2016/2017

Intervenire per “salvare” è dovere morale del cittadino

primo soccorso aVenerdì 10 marzo 2017 gli studenti del Liceo delle Scienze Umane “Napoleone Colajanni” di Enna hanno incontrato due operatori del 118, provenienti dal dipartimento di Caltanissetta, i quali hanno presentato le Manovre di Primo Soccorso (BLS) ed hanno insegnato ai ragazzi come intervenire, in caso di spiacevoli incidenti, per salvare una vita umana. Innanzitutto i due operatori si sono presentati e hanno voluto anche conoscere il nome e l’età dei ragazzi. L’incontro è iniziato facendo conoscere le modalità in cui deve essere fatta una telefonata di richiesta di soccorso al 118: uno dei due operatori, che ha diretto la lezione per circa tre ore, ha spiegato che il contributo per salvare una vita comincia proprio dalla telefonata, quindi, ha mostrato come bisogna rivolgersi al telefono e quando, cosa bisogna dire e, specialmente, ha ricordato che bisogna mantenersi tranquilli e scandire bene le informazioni per evitare il ritardo dei soccorsi.

Scritto da Cristina Coniglione II C S.U. a.s. 2016/17

Violenza donne 02aGiorno 16 marzo 2017, gli studenti delle classi 2° del Liceo delle Scienze Umane si sono riuniti presso la Biblioteca Comunale e Multimediale “La casa di Giufà”, per prendere parte ad una conferenza riguardante il delicato, drammatico e, purtroppo, attuale tema della violenza sulle donne. L’Associazione “Donne Insieme”, che ha illustrato ai giovani il proprio impegno quotidiano verso le vittime di questi insensibili atti, è dedicata a Sandra Crescimanno, una giovane universitaria di Piazza Armerina, piena di sogni, speranze e desideri duramente spezzati dalla furia di colui che la ragazza considerava soltanto un amico.

Scritto da Vincenzo Fiamingo III AM

festadonna01aIn occasione della festa internazionale della donna, l'8 marzo l'associazione “Fundrò”  ha organizzato al teatro Garibaldi di Enna un concerto per archi tenuto dalla stimata orchestra da camera E.C.O., il cui repertorio ha spaziato dal Barocco al Novecento.

Scritto da Martina Grimaldi IV A

polizia01La Polizia di Stato: “I giovani sono il futuro del nostro paese, la prevenzione parte dalle scuole

Enna, Venerdì 3 marzo 2017.

Tre agenti della Polizia di Stato si sono recati questa mattina presso il Liceo delle Scienze Umane “Dante Alighieri” per incontrare le classi quarte e trattare con i discenti la tematica riguardante gli incidenti stradali. L’incontro si è svolto dalle ore 9:00 alle ore 11:00. Gli agenti, dopo essersi presentati, hanno posto delle domande agli studenti: nome, età e comune di residenza. Un poliziotto ha, quindi, proiettato un video riguardante la statistica degli incidenti avvenuti negli anni precedenti. 

Scritto da Rita Consolo e Anastasia Sabina, classe V A del Liceo Classico “N. Colajanni”

fai012017aNelle giornate del 25 e del 26 marzo sarà possibile visitare alcuni tesori di interesse storico, artistico e culturale presenti nel territorio della città di Enna, ma rimasti per diversi decenni chiusi al pubblico. In particolare, verrà restituita alla cittadinanza la Chiesa di San Michele, uno dei beni più antichi, caratterizzato da una complessa stratificazione storica.

Questa occasione di riscoperta e valorizzazione è stata resa possibile grazia al FAI (Fondo Ambiente Italiano), fondazione nazionale che, nata a Milano dall’impegno di  Giulia Crespi, dal 1975 salva e restaura importanti testimonianze del patrimonio artistico italiano. Quest’anno la fondazione festeggia il ritorno della primavera, nella sua 25esima edizione, con un grande evento: in trenta città italiane verranno aperti al pubblico cinquanta beni appartenenti al nostro patrimonio culturale.